MERCATI IMPAZZITI??



Nel commento del 4 luglio che faceva un bilancio del primo semestre ci eravamo lasciati prevedendo un calo dei mercati azionari ed una successiva ripresa, favorita dall’abbondante liquidità.
In effetti, dopo un calo fino a 17.600 di indice, le mani forti hanno permesso al nostro FTSEMIB di mettere a segno ben sette sedute consecutive al rialzo e di arrivare sino ai 20.000 punti toccati oggi nell’intraday.
Altri indici come il Dow Jones e l’S&P 500 hanno invece ritoccato i recenti massimi relativi.
Il rialzo del 13% appare tuttavia esagerato in quanto non trova alcun riscontro nei fondamentali economici e non sono da escludere prese di beneficio, almeno temporanee. Un eventuale ulteriore allungo, senza costruire una solida base, renderebbe estremamente fragile il rialzo, con successive pesanti conseguenze nei prossimi mesi
Per il momento si sta verificando quasi la fotocopia del rialzo partito da fine settembre 2001 fino a marzo 2002. Sappiamo però com’è andato il resto del 2002…
Ci sono pervenute numerose richieste di analisi dei portafogli da parte dei nostri lettori. Ancora una volta sottolineamo l’estrema inefficienza degli strumenti consigliati dalle Banche. Strumenti eccessivamente costosi e poco flessibili per affrontare con profitto l’altalena dei mercati.
Evidenziamo altresì l’ottimo profitto realizzato dai nostri portafogli, in quest’ultima settimana, attraverso l’investimento in un etf che va investire su una materia prima e su un titolo azionario di una società small cap.

Lascia un commento