IL PUNTO SUI MERCATI

Con il mese di Settembre è passato in archivio anche il terzo trimestre del 2010. Per quanto riguarda i listini azionari è stato un mese molto positivo, addirittura per quanto riguarda Wall Street è stato il miglior mese dal 1939 ad oggi. Ma se alcuni indici come quelli americani (+  3%) e il Dax (+ 4,5%) sono positivi dall’inizio dell’anno,  altri come il  nostro Ftse Mib sono ancora in negativo (-11,80%);  lo stesso dicasi  per  l’Eurostoxx  (- 7%)  e l’indice Nikkey  (- 11,20%).
Per quanto riguarda i mercati obbligazionari, i rendimenti permangono a livelli molto bassi sia a livello di stati sovrani (con eccezione di Grecia e Irlanda) che su emissioni corporate e gli spread non giustificano i rischi assunti dall’investitore. Sul fronte cambi il dollaro ha raggiunto la soglia di 1,37 contro euro, mentre l’Oro è arrivato a 1320 (+20% da inizio anno).
In settimana con Monsanto e Alcoa verranno pubblicate le prime trimestrali americane che, insieme ai dati sull’occupazione influenzeranno decisamente i listini. Considerando i livelli raggiunti da alcuni mercati azionari e il fatto che il mese di Ottobre storicamente non è un mese positivo per l’azionario,  propendiamo per una correzione dei mercati con un aumento della volatilità.
Come muoversi dunque in tale contesto? I portafogli andranno gestiti in modo dinamico e flessibile per sfruttare al meglio i repentini movimenti dei mercati. Suggeriamo pertanto di abbandonare strumenti opachi come le gestioni patrimoniali, le polizze index e unit linked ed a questi livelli non ha senso nemmeno acquistare le obbligazioni bancarie sia senior che subordinate, in quanto i rendimenti offerti spesso sono inferiori alle emissioni governative.
Il suggerimento che diamo a tutti i lettori è quello di rivolgersi per la cura dei propri risparmi ad un vero consulente che, libero da conflitti d’interesse, possa consigliare strumenti efficienti e quotati su mercati ufficiali. In tal senso i nostri portafogli fanno ampio uso di ETF, sia per investire sui mercati azionari che su quelli obbligazionari e sui cambi. E’ bene inoltre destinare una parte dei propri risparmi anche a ETC che permettono di investire sulle materie prime.
A tal fine, anche in considerazione della Settimana dell’investitore che si terrà dal 16 al 24 Ottobre, siamo a Vostra disposizione per una prima analisi gratuita dei vostri investimenti e per suggerire gli strumenti più adatti alle vostre esigenze finanziarie ed al vostro profilo di rischio.

Fabrizio Taccuso – Studio Andreoli & Taccuso – Mantova
fabrizio.taccuso@alice.it

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

Lascia un commento