PREVIDENZA E RISPARMIO

Quando parliamo di Contribuzione Previdenziale e di Risparmio volto a fini pensionistici, si finisce in un’area grigia, dove regna sovrana una persistente mancanza di conoscenza, nella quale si compensano assurde speranze con tragici fatalismi.

Difficile, praticamente impossibile, per le persone comuni (i non tecnici) capire perchè, da ormai quindici anni (1996), si prospettano devastanti riduzioni per il trattamento economico della pensione pubblica, senza mai vedere – meglio – senza mai toccare con mano  spaventosi scenari.

Mai nessuno – in televisione o su quotidiani che non fossero “Il Sole 24  Ore” piuttosto che “Italia Oggi” – si è abbassato a spiegare perchè, chi alla data del 31/12/1995 avesse già maturato 18 anni di contributi, continuasse mantenendo i benefici del “regime retributivo”, rispetto a chi precipitasse nel “regime contributivo”, anche solo con 17 anni e 51 settimane!!

Semplicisticamente, si potrebbe dire che, quando viene tirata una riga, c’è chi ha la fortuna di rientrare e chi, al contrario anche per un pizzico, resta irrimediabilmente fuori.  I problemi da affrontare nella vita sono sempre tanti anzi, ultimamente, paiono moltiplicarsi di giorno in giorno per cui, pensare alla pensione quando si è giovani, si rischierebbe di appesantire ulteriormente un fardello già decisamente gravoso, interessandosi di problematiche di là da venire.

La positività per i lavoratori interessati al “problema pensione” (fino a che età dovrò lavorare? e a quanto ammonterà il mio trattamento economico di pensione?) , in generale persone attorno ai cinquant’anni per le quali è più logico parlare di risultati che non di strategie sta nella condizione che, quasi sempre, essi hanno figli di età compresa tra venti e trent’ani, momento ideale per pianificare e decidere come muoversi in ambito di Previdenza Pubblica (primo pilastro) e Previdenza Privata (secondo/terzo pilastro).

L’altro argomento del Convegno, forse ancora più scottante, riguarda il Risparmio. Parleremo di come preservare al meglio i sudati risparmi, dei prodotti più efficienti per i risparmiatori/ investitori e di quelli assolutamente da evitare. 

L’occasione per prendere coscienza e conoscenza delle problematiche collegate a questi temi di grandissima attualità, in modo sereno e senza forzature terroristiche, viene offerta a tutti coloro che vorranno intervenire, lunedi’ 5 dicembre p.v. alle ore 17,00 presso Hotel Cristallo in Virgilio – Via Cisa 1/E – Mantova.

Al termine dell’incontro, in cui relazioneranno tre diverse figure di professionisti (Commercialista – Studio Bondavalli), (Consulente del lavoro – Studio Baldassari), (Consulente Finanziario Indipendente – Studio Andreoli & Taccuso) coinvolti a vario titolo nelle tematiche sopra esposte, un simpatico aperitivo sarà l’occasione per un primo scambio di auguri in vista delle prossime Festività.

Fabrizio Taccuso – Studio Andreoli & Taccuso – Mantova
fabrizio.taccuso@gmail.com

 

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

One comment for “PREVIDENZA E RISPARMIO

  1. finanziamenti

    Un articolo molto interessante mi ha aiutato a fare un pò di chiarezza

    Reply

Lascia un commento