Investire a capitale garantito

Investire a capitale garantito è una possibilità concreta in questo periodo.

Ho avuto il piacere di dare il mio contributo relativamente a questo argomento nel numero di Plus24, inserto del Sole 24 Ore, dello scorso weekend. Nell’articolo dal titolo “Sostituire l’auto grazie al Btpi“, si parla delle opportunità che si presentano sui mercati in relazione alle forti discese dei titoli di Stato ed ai conseguenti rialzi dei rendimenti.

Investire a capitale garantito

Investire a capitale garantito

L’obiettivo di costituire un capitale a fini previdenziali, per gli studi dei figli, per l’acquisto di un immobile o per la sostituzione di un auto, può essere centrato con i BTPI, i  Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione. Ad esempio il Btpi 2,10% scadenza 15/09/2021 (cod. Isin IT0004604671) presenta lo svantaggio di una più alta volatilità, considerata la bassa cedola, rispetto ad un titolo analogo di pari scadenza, ma offre anche indubbi vantaggi:

  • mantenere il potere di acquisto del capitale, in quanto legato all’inflazione;
  • è uno strumento idoneo per un piano d’accumulo a lungo termine;
  • può utilizzato per una gestione a capitale garantito.

Relativamente a quest’ultimo aspetto, sfruttando le attuali basse quotazioni, di molto sotto la pari, il Btpi 2021 quota intorno a 76  (con un rendimento minimo a scadenza del 7,86%), è possibile costruire un portafoglio che prevede:

Cosi’ facendo, a scadenza del titolo, il solo Btpi avrà raggiunto, al lordo delle imposte, il capitale investito in partenza, mentre la performance della parte azionaria darà ulteriore valore aggiunto all’investimento. Da evidenziare inoltre che il Btpi garantisce flussi cedolari semestrali costanti (2,10% annuo) che potrebbero essere man mano reinvestiti.

Ecco un esempio concreto di come si può investire in modo proficuo ed efficiente con la garanzia a scadenza del capitale investito.

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

Lascia un commento