Il Nasdaq torna ai livelli del 2000

Il Nasdaq Composite ha chiuso la seduta odierna con un rialzo dell’1,78% ed ha toccato livelli che non si vedevano da ben dodici anni!

Nasdaq Composite

Nasdaq Composite

Si amplia sempre di più la dicotomia tra mercati la cui economia cresce, come gli Usa e la Germania (Dax oggi in rialzo del 1,20%) e paesi in chiara recessione, i cui indici azionari languono miseramente a livelli infimi come il Ftse Mib, il nostro indice delle maggiori blue chips.

Anche se non è il nostro mestiere fare previsioni, pensiamo che nonostante le preoccupazioni circa il possibile rallentamento economico della Cina ed i timori sul debito pubblico di Spagna e Portogallo, i mercati azionari possano avere ancora qualche spunto rialzista e siano da acquistare ancora sulle correzioni.

Certamente il più del rialzo è stato fatto ed il rapporto rischio/rendimento non è più conveniente come un paio di mesi fa; da aprile in avanti sarà fondamentale tenere gli occhi ben aperti e preservare il proprio capitale con gli appositi stop.

Anche in caso di andamento laterale dei mercati pensiamo che si possa ricavare valore dall’attività di stock picking. In Italia ad esempio stanno dando molta soddisfazione i titoli delle società a bassa e media capitalizzazione che operano con l’estero.

In ogni caso attenzione, per ora la forte liquidità continua ad alimentare i mercati, ma prima o poi anche i mercati azionari dovranno fare i conti con l’andamento dell’economia reale.

Fabrizio Taccuso 

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

Lascia un commento