Il nuovo BTP Italia

E’ partita oggi la sottoscrizione del nuovo BTP Italia. Ha registrato il boom di richieste già il primo giorno, tanto che il Ministero dell’Economia ha deciso di anticiparne la chiusura al 16 di Aprile (inizialmente prevista per il 18).

Btp Italia

Btp Italia

Il titolo, il cui codice Isin è IT0004917958,  ha scadenza quadriennale ed è indicizzato al tasso di inflazione italiana. Prevede un “Premio di Fedeltà” del 4 per mille lordo sul valore dell’investimento per le persone fisiche che lo acquistano all’emissione e lo detengono sino alla scadenza.

I BTP Italia sono gli unici titoli di Stato italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale. La loro durata è di 4 anni e pagano una cedola semestrale a tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione del semestre di riferimento. Viene calcolata sulla base dell’indice Istat sui prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati (FOI) con esclusione dei tabacchi. Inoltre, con i BTP Italia la rivalutazione del capitale viene corrisposta semestralmente, con un recupero immediato dell’inflazione. In caso di deflazione, le cedole vengono comunque calcolate sul capitale nominale investito. Quindi ha una protezione estesa non solo al capitale, ma anche agli interessi.

Il prezzo di emissione è fisso e pari a 100 ed il taglio minimo è di 1.000 euro. Si possono sottoscrivere tagli multipli. Essendo l’unico titolo di Stato che non viene messo all’asta, ma collocato dal Tesoro tramite la piattaforma MOT,  chi prenota il titolo all’emissione ha la sicurezza di potersi aggiudicare il quantitativo richiesto. Non sono previste commissioni di sottoscrizione. Come per tutti gli altri titoli di Stato, la tassazione dei redditi di capitale e diversi è del 12,5%. Il rendimento minimo è del 2,25%, a cui va sommata la rivalutazione da inflazione.

Considerando tutti gli elementi, riteniamo che in ottica di diversificazione sia interessante la sottoscrizione del Btp Italia.

Fabrizio Taccuso 

Lascia un commento