POSSIBILI CORREZIONI ALLE PORTE?

Vorrei sottoporre alla Vostra attenzione due articoli dei giorni scorsi che ritengo interessanti per mettere in guardia su possibili scenari futuri dei mercati. Come sapete, il nostro compito non è tanto quello di fare il trader di breve termine, quanto quello di preservare i portafogli dei nostri clienti e cogliere le tendenze di medio termine, utilizzando di volta in volta gli strumenti più efficaci per cavalcare le varie fasi di mercato.

Nel primo articolo del Sole 24 Ore dal titolo “per quanto potrà salire ancora Wall Street” http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-05-28/quanto-tempo-potra-salire-194252.shtml?uuid=AbxYU9zH si fa un confronto relativamente al Dow Jones tra gli anni Settanta, caratterizzati dalla crisi petrolifera, ed oggi. Sovrapponendo i grafici del periodo 1962-1975 e del 2000-2013 si può notare una dinamica molto simile che potrebbe portare nei prossimi mesi ad una marcata correzione. 

Nel secondo articolo dal titolo “Hindenburg Omen: occhio al segnale di conferma” http://intermarketandmore.finanza.com/hindenburg-omen-occhio-al-segnale-di-conferma-54803.html, si parla di una figura di analisi tecnica (ma anche statistica) che è stata ideata per predire possibili crolli di borsa e dei mercati finanziari. Questa figura si verifica quando contemporaneamente vi è un numero elevato di titoli che stabilisce nuovi massimi di mercato e contemporaneamente un numero sostanziale di titoli che stabilisce nuovi minimi.

E’ un’evidente anomalia che evidenzia che improvvisamente potrebbe aumentare la volatilità. 
Come sappiamo, la statistica non è una scienza esatta, ma spesso aiuta. Se consideriamo che i principali mercati vengono da un rialzo prolungato non sorretto di certo da sostanziali miglioramenti del quadro macroeconomico, bensì dall’immensa liquidità immessa dalle Banche Centrali, non è così improbabile che possano essere alle porte correzioni temporanee anche incisive.

In ogni caso sui mercati è sempre preferibile prepararsi al peggio e cercare il miglior rapporto rischio/rendimento, salvaguardando il proprio capitale, piuttosto che farsi cogliere impreparati e perdere un sacco di soldi!

Fabrizio Taccuso – Studio Andreoli & Taccuso – Mantova
fabrizio.taccuso@gmail.com

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

Lascia un commento