Le truffe finanziarie e i campioni del calcio

Le truffe finanziarie si verificano spesso nel mondo degli investimenti. Utilizzano quasi sempre le medesime modalità. Si tratta di schemi “collaudati”, che hanno trovato una nuova linfa con la diffusione di internet.

Le truffe finanziarie che accadono  più frequente utilizzano il cosiddetto “schema piramidale” detto anche “schema Ponzi“, dal nome del suo ideatore. È uno schema che  non sembra preoccuparsi dei segni del tempo, essendo stato utilizzato anche in anni recenti da Bernard Madoff per una delle truffe più eclatanti di tutti i tempi.

Lo schema Ponzi è un’attività truffaldina nella quale chi entra per primo ottiene ritorni economici a spese dei successivi “investitori”  Si tratta, in parole diverse, di una specie di “catena di Sant’Antonio“, nella quale vengono promessi interessi molto elevati, pagati agli “investitori” mediante il denaro apportato dai nuovi soggetti che hanno aderito successivamente allo schema.

 

Truffe finanziarie - Vieri

Truffe finanziarie – Vieri

Le truffe finanziarie coinvolgono spesso anche personaggi noti dello spettacolo o dello sport.

Nei giorni scorsi alcuni articoli di giornale ci hanno raccontato le truffe in cui sarebbero incorsi Christian Vieri, ex centravanti della nazionale e di Milan, Juve ed Inter e Sven Goran Eriksson, ex ct di Inghilterra e Messico, ed ex allenatore di Roma e Fiorentina.

Vieri avrebbe denunciato per truffa il promotore finanziario di una nota Sgr che lo seguiva da parecchi anni negli investimenti finanziari, chiedendogli la restituzione di tre milioni di euro. Eriksson, invece, ha scoperto di aver perso 10 milioni di euro (!!!) a causa di speculazioni azzardate da parte di Samir Khan, suo collaboratore dalla metà del 2007.

In passato era toccato ad altri campioni dello sport essere abbindolati da faccendieri e loschi figuri. Roberto Baggio era caduto in una trappola finanziaria qualche anno fa, investendo nelle miniere di marmo nero in Peru.

Ancora oggi c’è molta confusione tra i personaggi che, a vario titolo, operano nel mondo della finanza. 

Aldilà del fatto che i ladri sono tali a prescindere dalla professione che ricoprono, tutti, indipendentemente dall’essere personaggi famosi o meno, hanno la possibilità in pochi minuti di conoscere le differenze giuridiche e pratiche che sussistono tra un broker, un promotore finanziario ed un consulente finanziario indipendente.

Truffe finanziarie - Roberto Baggio

Truffe finanziarie – Roberto Baggio

Solo il consulente finanziario indipendente non viene mai a diretto contatto con le somme dei propri clienti, a nessun titolo. La Normativa fa espresso divieto di operare direttamente sul conto dei clienti. Inoltre non detiene password operative del cliente.

Non è garanzia di ottenere rendimenti strabilianti. Quanto meno, però, si evita di incorrere in truffe finanziarie o sgradite sorprese come i big di cui sopra.

Quando si ha a che fare con il proprio patrimonio ed i propri risparmi le cautele non sono mai troppe!

Fabrizio Taccuso 

Lascia un commento