I perché della consulenza finanziaria indipendente

“In che modo la consulenza finanziaria indipendente può essere concretamente utile nella gestione del mio patrimonio?”.

Questa la domanda che ci viene spesso rivolta da chi ancora non conosce questa professione.

consulenza finanziaria indipendente

consulenza finanziaria indipendente

Innanzitutto chi eroga la consulenza finanziaria indipendente non ha vincoli di rapporto subordinato con banche, o mandati da parte di compagnie assicurative, Sim o Sgr.

E’ un libero professionista pagato esclusivamente dai clienti per cui lavora. La collaborazione è regolamentata da un contratto annuale di consulenza. Il rapporto è di tipo win-win. Si consigliano soluzioni adatte al cliente.

Dal punto di vista pratico, dopo che è stata fatta la cosiddetta profilatura, vengono fornite al cliente indicazioni riguardanti la riorganizzazione del patrimonio. Riguardano l’ambito finanziario, assicurativo, immobiliare, fiscale e successorio.

All’atto pratico per la parte finanziaria ed assicurativa vengono evidenziate le caratteristiche dei prodotti detenuti in portafoglio ed i relativi costi. Se necessario, tali prodotti vengono sostituiti da strumenti più efficienti, ottenendo il duplice effetto di far risparmiare costi ed ottenere  performance migliori.

I consigli profusi contribuiranno alla costruzione di un portafoglio ottimale, ad esclusivo beneficio del cliente. Per quanto riguarda le altre aree di intervento, si studiano soluzioni “su misura”.

Il cliente può mantenere la banca con cui opera abitualmente, senza spostare il proprio denaro. Se lo ritiene opportuno, ed è senza dubbio preferibile, può affiancare alla banca tradizionale una banca on-line specializzata. Questa consente di investire in una gamma di strumenti qualitativamente e numericamente superiore. Inoltre i costi sono decisamente inferiori. 

In finanza, il primo modo per guadagnare è risparmiare costi inutili. E questo è possibile solo attraverso la consulenza finanziaria indipendente.

Ci sono ulteriori elementi qualitativi da valutare: il Consulente finanziario indipendente ha una visione globale del patrimonio. Potendo valutare le posizioni di tutte le banche del cliente può evitare sovrapposizioni di prodotti e concentrazione del rischio. 

Nelle fasi più delicate dei mercati, avere al proprio fianco un professionista esperto e di fiducia, permette di compiere scelte più razionali e meno dettate dall’emotività. L’esperienza che lo staff di Consulenza Vincente ha maturato in questi anni anche nel campo del coaching, ci permette di essere supportare al meglio i clienti anche sotto l’aspetto psicologico.

In conclusione rivolgendosi ad un consulente finanziario indipendente l’investitore non è più in balia delle pressioni commerciali delle banche.

Maggiore efficienza significa sicuramente anche una miglior performance complessiva del portafoglio.

Quindi la consulenza finanziaria indipendente porta indubbi vantaggi sia da un punto di vista quantitativo e qualitativo.

 

Lascia un commento