Life Income 360 di CreditRas: una polizza da non comprare

Life Income 360 è un prodotto assicurativo di CreditRas, che viene distribuito attraverso le filiali di Unicredit.

Diversi nostri lettori ci hanno chiesto chiarimenti  negli ultimi giorni proprio relativamente a questo prodotto. Pertanto cogliamo l’occasione per analizzarlo nell’articolo di questa settimana.

Life-Income-360-UnicreditSi tratta di una polizza di tipo unit linked, una categoria di prodotti, di cui abbiamo parlato più volte in passato. Solo in pochissimi casi porta valore ai sottoscrittori. Di certo, invece, permette sempre un notevole guadagno a chi li colloca.

Life Income 360 richiede un versamento minimo di 50.000 euro.

Il prodotto consente di investire il premio unico in quote del fondo interno collegato (FIA), dal cui valore dipendono le prestazioni finanziarie e assicurative previste dal contratto. Il motivo per cui fa presa presso gli investitori, specialmente in questo periodo, è dato un’ambiguità linguistica. Si parla infatti di rendimento garantito del 3,60% annuo, riconosciuto con periodicità semestrale.

Certamente, in tempi di tassi sotto zero, un prodotto che dovesse garantire tale rendimento del capitale sarebbe senza dubbio da sottoscrivere. Ma qui nasce l’inghippo: solo se si legge meglio il prospetto informativo si capisce meglio il tutto.

Si tratta di prestazioni ricorrenti (NON CEDOLE come nel caso di titoli obbligazionari) mediante riduzione del numero di quote. In pratica avviene un decumulo, erogato al lordo della fiscalità, del FIA Creditras Income 360.

Il rendimento non deriva dalla gestione di tale fondo, ma viene erogato a prescindere, andando ad attingere dalle quote sottoscritte.

Infatti viene poi specificato in neretto che la Compagnia non presta alcuna garanzia di rendimento, pertanto si ha la possibilità di ottenere un valore di rimborso inferiore al premio versato.

costi della Life Income 360

Sul premio iniziale versato vengono applicati caricamenti a carico del sottoscrittore pari a:

  • 1,50% da   50.000 sino a 149.999 euro;
  • 1,00% da 150.000 sino a 499.999 euro;
  • 0,50% da 500.000 sino a 999.999 euro;
  • 0% sopra 1.000.000 euro

Ovviamente poi abbiamo il costo annuo di gestione della scatola principale che è pari all’1,75% annuo e viene trattenuto giornalmente dal valore della quota.

Siccome Creditras investe poi in OICR (fondi comuni o sicav di Allianz), questi hanno a loro volta ulteriori costi, dati dalle commissioni di gestione annua che ammontano a:

  • 0,80% per gli Oicr di tipo monetario;
  • 1,60% per gli  Oicr di tipo obbligazionario;
  • 2,50% per gli Oicr di tipo azionario

Se sommiamo i costi annui si arriva ad un costo annuo superiore al 3% che può arrivare anche oltre il 4%.

Se consideriamo che viene erogata una prestazione garantita del 3,60%, il gestore deve fare assolutamente i miracoli. Deve ottenere rendimenti del 7% solo per mantenere invariato il capitale. I rendimenti attuali sono sotto zero (per il mercato monetario), mentre in ambito obbligazionario sono 0,30% su un decennale tedesco e 1,50% per BTP italiano. Per colmare il gap e arrivare al 7%, il gestore deve prendersi dei rischi e investire sui mercati azionari, senza avere nessuna garanzia!

Se consideriamo che gli eventuali vantaggi assicurativi di Life Income 360 dati dall’impignorabilità ed insequestrabilità non interessano la maggior parte dei sottoscrittori

Sconsigliamo senza ombra di dubbio tale prodotto.
Meglio di gran lunga strumenti più efficienti come fondi ad alto rating ed Etf.

Suggeriamo inoltre a tutti i nostri lettori di non sottoscrivere mai nessun tipo di contratto finanziario/assicurativo senza essere consapevole dei rischi e dei costi e di non lasciarsi abbagliare da slogan che hanno solo finalità di marketing.

4 comments on “Life Income 360 di CreditRas: una polizza da non comprare

  1. Sandro Giannotti ndrogiannotti@virgilio.it

    Il Suo articolo ha confermato quanto da me supposto e dichiarato al direttore della mia agenzia Unicredit, il quale mi ha riempito di chiacchiere senza costrutto.Posso avere il piacere di mostrargli il Suo articolo ? Molto grato per le Sue informazioni,La salutò cordialmente.

    Reply
    1. Fabrizio Taccuso

      Lo faccia vedere tranquillamente; sono dati oggettivi e reali. Le polizze assicurative vengono vendute allo sportello dalle banche perchè consentono di fare maggiori utili, considerando le corpose commissioni che vengono retrocesse, a scapito degli ignari sottoscrittori.

      Reply
  2. Ciro Giordano

    Molto interessante il suo articolo, l’avessi letto prima. Ma la recessione del contratto della polizza Life income 360 ha dei costi?
    Grazie per le informazioni.

    Reply
    1. Fabrizio Taccuso

      Il Contratto prevede delle penali di riscatto determinate in funzione degli anni trascorsi dalla data di decorrenza alla data di
      richiesta di riscatto.
      Meno di 1 anno 3,80%
      1 anno 3,00 %
      2 anni 2,20 %
      3 anni 1,30 %
      4 anni 0,50 %
      5 anni ed oltre nessuna penale

      E’ comunque importante segnalare che il costo di rimanere investito in un prodotto del genere è comunque superiore alla penale che si paga riscattando la polizza.

      Reply

Lascia un commento