Cyber security: un’opportunità d’investimento?

La cyber security è diventato un tema sempre più attuale.

Lo dimostra il violento attacco hacker messo a segno venerdì scorso, che ha interessato oltre 150 Paesi al mondo e provocato enormi danni a circa 200.000 vittime, tra cui grandi aziende e organizzazioni.

Cyber security

Cyber security

“Non abbiamo mai visto nulla di simile”, ha detto il direttore esecutivo dell’agenzia Europol, Rob Wainwright. L’attacco, avvenuto attraverso il virus Wannacry (Voglio piangere), ha colpito i pc delle strutture sanitarie pubbliche inglesi, i computer di FedEx, i server della telco spagnola Telefonica e persino atenei italiani. Sui monitor una schermata annunciava: “I tuoi dati saranno perduti per sempre se non paghi un riscatto di 300 dollari”.

A Bari intanto, dall’11 al 13 maggio, si è tenuto il G7 dei ministri delle Finanze con argomento centrale proprio la cyber security, considerata una delle maggiori minacce alla sicurezza globale. Gli attacchi informatici rappresentano infatti una minaccia crescente per governi, imprese e individui, per i quali la sicurezza e i danni finanziari e d’immagine sono una preoccupazione più pressante che mai.

La difesa informatica è diventata quindi una spesa essenziale per i governi e le imprese.

Si prevede che entro il 2020 le imprese spenderanno 101,6 miliardi di USD in hardware e software di sicurezza informatica, il 36% in più rispetto al livello del 2016. L’ampia diffusione di infrastrutture cloud rende necessarie tecnologie di difesa sofisticate. Si stima che entro il 2020 la spesa per proteggere PC, cellulari e dispositivi dell’“Internet of Things” raggiungerà quota 655 miliardi di USD.

Cyber security Previsioni

Cyber security Previsioni

Secondo Juniper Research, le previsioni sul mercato del costo globale dei rischi informatici entro il 2019 arriverà all’iperbolica cifra di 2,100 miliardi di $.

Bank of America Merrill Lynch stima invece che la crescita attesa del mercato globale delle soluzioni di sicurezza informatica nei prossimi 5 anni ammonterà a 77-170 miliardi di $.

Infine Pwc stima nei prossimi anni un aumento di furti di proprietà intellettuale protetta da diritti di licenza del 56% circa.

Come abbiamo visto il mercato della sicurezza informatica è in forte crescita e i volani principali sono:

  • Ampio uso di infrastrutture elettroniche per la conservazione e il controllo dei dati;
  • Sviluppo di tecnologie dai costi contenuti;
  • Intensificazione ed espansione della corsa agli armamenti tecnologici;
  • Domanda di soluzioni di cyber security da parte delle amministrazioni pubbliche e imprese.

Considerate le potenzialità future di questo mercato, e possibile investirci? E in che modo?

La risposta è ovviamente affermativa. Se siete abili a selezionare, potete acquistare direttamente le società presenti sul mercato quali per esempio Cisco Systems Inc., Symantec Corp., Palo Alto Networks inc., Juniper Networks Inc. e costituire un giardinetto di titoli del settore da monitorare nel tempo.

Esiste anche una modalità più semplice per investire in questo settore. Da novembre 2015 è quotato alla Borsa di Milano uno strumento, ETFS ISE Cyber Security GO UCITS ETF, un ETF proposto dalla società ETFS Securities che seleziona e investe, diversificando, in un paniere di titoli di primarie società a livello mondiale attive in questo settore.   Quindi con un unico strumento è possibile diversificare e investire in questo mercato.

In entrambi i casi parliamo comunque di investimenti in mercati azionari che sono soggetti a oscillazioni di prezzo importanti. E’ quindi necessario possedere una buona strategia d’investimento.

Qui sotto vediamo l’andamento dell’ETF dall’inizio della quotazione ad oggi.

Etf Cyber Security

Etf Cyber Security

Lo staff di Consulenza Vincente sta investendo già da tempo in questo particolare segmento di mercato che è stato inserito nel Portafoglio ETF Azionari, in cui selezioniamo le migliori opportunità. I nostri clienti sono molto soddisfatti degli ottimi risultati ottenuti sino ad oggi.

Ovviamente va inserito in Portafoglio seguendo una particolare strategia d’investimento; se ti fa piacere conoscerla, contattaci

Sergio Piovini

Fabrizio Taccuso

Fabrizio Taccuso, consulente finanziario indipendente, ha lavorato per vent’anni nel settore della Consulenza Finanziaria ai privati. Nel 2006 ha conseguito la certificazione internazionale €PFA di primo livello di European Financial Advisor. Nel 2007 ha frequentato il Master in Fee Only Financial Planning di Consultique e si è iscritto a Nafop. Segui Fabrizio Taccuso su Google+

Lascia un commento