Come viene gestita l’operatività nella gestione dei miei investimenti?

L’operatività viene gestita attraverso apposite “raccomandazioni di investimento”.  Infatti il Consulente Finanziario Indipendente non può effettuare operazione per conto del cliente, nè possiede deleghe operative.

Operatività

Operatività

Il consulente finanziario indipendente non è legato a nessuna banca, compagnia assicurativa o Sgr.

Pertanto è in grado di analizzare e monitorare la situazione finanziaria, patrimoniale e assicurativa del cliente in modo completo. Ciò consente soprattutto un’efficace gestione del rischio, attraverso una corretta diversificazione del Portafoglio (Asset Allocation).

Il bancario o il promotore finanziario, invece, conoscono soltanto la posizione presso il proprio intermediario e quindi non sono in grado di effettuare una consulenza completa.

E’ come se un medico prescrivesse al paziente una medicina, senza sapere che medicine il paziente sta già prendendo. Soltanto mediante la conoscenza della completa situazione del cliente un consulente è in grado di proporre soluzioni adeguate.

Concretamente le raccomandazioni inviate al cliente contengono tutti i dati necessari per la compravendita degli strumenti finanziari. Viene indicato in modo chiaro:

  • denominazione dello strumento da negoziare;
  • il codice Isin che lo identifica in modo univoco;
  • la quantità;
  • il controvalore

Il cliente ha la possibilità di inviarle alla banca l’ordine per l’esecuzione, oppure può effettuarlo direttamente online.

Il Consulente Finanziario Indipendente non si sostituisce alla banca! Affianca ed accompagna il cliente nelle scelte finanziarie, assume il ruolo di controparte, di “filtro”. Grazie a lui il cliente può ottenere una vera consulenza non viziata dai conflitti di interesse delle banche.

I fatti degli ultimi anni hanno dimostrato ampiamente che la banca è un “negozio finanziario”, che vende solo i suoi prodotti e dai quali ricava cospicue commissioni.