Il consulente finanziario indipendente

Il consulente finanziario indipendente è un libero professionista che svolge l’attività di consulenza verso terzi in materia di strumenti finanziari.

E’ libero sia da vincoli che da obiettivi derivanti da politiche di vendita o collocamento di prodotti finanziari. E non ha alcuna relazione di collaborazione o dipendenza con banche, Sgr o Assicurazioni.

Consulente finanziario indipendente

Consulente finanziario indipendente

Opera in totale assenza di conflitto d’interesse, mentre il promotore finanziario e l’impiegato di banca sono pagati da altri per vendere prodotti.

L’indipendenza è la garanzia di imparzialità del servizio di consulenza finanziaria indipendente. Di conseguenza il Portafoglio viene strutturato scegliendo solo strumenti finanziari efficienti ed adeguati agli obiettivi da raggiungere.

Le garanzie d’imparzialità e di reale valore aggiunto sono suggellati dalla remunerazione fee only. Ciò significa che l’unico guadagno è rappresentato infatti dalla parcella. 

Il consulente finanziario indipendente non entra mai in contatto con il patrimonio del proprio cliente.

Inoltre le caratteristiche che contraddistinguono la figura del consulente finanziario indipendente sono: 

  • esistenza di un rapporto personalizzato fra consulente e cliente. Tale rapporto è fondato sulla conoscenza di obiettivi d’investimento e situazione finanziaria del cliente;
  • posizione di strutturale indipendenza del consulente rispetto agli investimenti consigliati;
  • inesistenza di limiti predeterminati circa gli investimenti finanziari da consigliare;
  • l’unica remunerazione percepita dal consulente è quella pagata dal cliente.

Il consulente definisce un piano finanziario adeguato alle esigenze dell’investitore. In pratica tiene conto di:

  • disponibilità finanziarie;
  • flussi in entrata ed uscita;
  • rischio accettabile;
  • orizzonte temporale di riferimento;
  • competenze;
  • strumenti a disposizione del cliente stesso.

Gli interventi di consulenza possono essere a parcella oraria o con contratto annuale. 

Il consulente finanziario indipendente si occupa di:

Il consulente riduce le asimmetrie informative. Consente all’investitore di utilizzare la banca con consapevolezza e autonomia. Il cliente supportato dal consulente indipendente è un soggetto al quale è impossibile collocare prodotti inefficienti o pericolosi. Tali prodotti sono proprio quelli su cui le banche hanno margini di guadagno particolarmente rilevanti.

Costi e commissioni pagati vengono quantificati dalla cosiddetta “parcella occulta” che spesso raggiunge anche il 2,5%-3% annuo del portafoglio complessivo.

Lo staff di Consulenza Vincente è a disposizione per chiarimenti ed un’analisi gratuita dei tuoi investimenti.

Fabrizio Taccuso

One comment for “Il consulente finanziario indipendente

  1. Pingback: La Vita di Spago » DOC Giovanni Borsi

Lascia un commento