Crolla l’indice Zew in Germania

Indice Zew crolla - Merkel preoccupata

Indice Zew crolla – Merkel preoccupata

 L’indice Zew è un indicatore che misura la fiducia degli investitori tedeschi in relazione alla futura crescita economica  dell’economia tedesca.

Il dato uscito oggi si è portato in territorio negativo a -16,8 punti ed è risultato molto inferiore alle aspettative. Rappresenta il minimo dall’ottobre del 1998, in netto calo dalla lettura di 10,8 di maggio e nettamente inferiore alle attese che prevedevano un calo limitato a 4,0. In calo anche il sotto-indice relativo alle condizioni attuali, a 33,2 da 44,1 di maggio contro attese di 39,8.

L’istituto Zew ha detto che il peggioramento del settore bancario e l’incertezza per le elezioni greche sono probabilmente alla base del netto calo. Un economista dell’istituto ha poi precisato che la maggior parte dei dati sono stati raccolti prima delle elezioni greche di domenica. C’è l’aspettativa che Atene abbia necessità di chiedere ancora aiuti ai paesi europei ed i mercati dei capitali vedono la situazione come insostenibile.

La Germania non sta andando in recessione in base alle aspettative.

Guardando ai settori industriali, però, tutti hanno una prospettiva negativa, fatta eccezione per il settore delle utilities. I settori più negativi sono il bancario e l’assicurativo, dice l’economista. I dati sono stati raccolti tra 274 analisti ed investitori tra il 29 maggio ed il 18 giugno.

Ad oggi la Germania ha vissuto molto bene la crisi Europea del debito. L’economia tedesca è una delle poche economie che dal 2008 ha continuato a crescere. La disoccupazione è bassa ed i lavoratori hanno avuto aumenti di stipendio. I tassi di interesse sui suoi titoli di Stato, i Bund, sono a livelli minimi, il record di sempre, ma forse i segnali che stanno arrivando suonano come un possibile campanello d’allarme.

Che stiano per finire anche per la Germania i tempi d’oro?

Fabrizio Taccuso 

 

Lascia un commento