Analisi Uniplan Bonus 2012 di Unicredit

Uniplan Bonus 2012 è una polizza assicurativa per la quale ci chiede un parere tecnico il Sig. B.S., imprenditore bresciano.

Uniplan Bonus 2012

Uniplan Bonus 2012

Consulenza Vincente ha più volte affrontato l’argomento polizze assicurative. In linea di massima possiamo dire che le polizze assicurative di tipo finanziario, in banca non sono quasi mai da acquistare, per due motivi:

  • gli elevati costi, a cui non corrispondono benefici tangibili;
  • la durata che vincola eccessivamente il sottoscrittore.

Queste due componenti le rendono perdenti nei confronti di strumenti più efficienti e quotati su mercati regolamentati e quindi molto più trasparenti.

Vediamo tuttavia di entrare nello specifico. La polizza Uniplan Bonus è una polizza Unit Linked (!!!) con versamenti ricorrenti ed è stata realizzata da Creditras, compagnia assicurativa di Unicredit. E’ a vita intera, cioè fino alla richiesta di liquidazione o fino al verificarsi dell’evento imprevisto (decesso o invalidità permanente dell’assicurato). Prevede un piano di versamento programmato di premi ricorrenti annui, rateizzabili mensilmente, di importo minimo pari a 1.200 euro annui ovvero 100 euro mensili.
La durata non può essere inferiore a dieci anni.  Ad ogni ricorrenza annuale l’investitore-contraente ha facoltà di modificare la periodicità di versamento.

Trattando di Unit Linked, le somme investite vengono versate in fondi interni di Creditras che possono essere sottoscritti singolarmente oppure mediante combinazioni libere degli stessi.

Alla scadenza il montante può essere convertito in rendita vitalizia reversibile o certa.

I vantaggi di questo tipo di prodotto sono quelli tipici dei prodotti assicurativi:

  • assenza di tassazione sulla prestazione caso morte;
  • esenzione dalla tassa di successione;
  • impignorabilità, insequestrabilità ed estraneità dall’asse ereditario.

Inoltre sono previsti due bonus, riconosciuti sotto forma di quote aggiuntive pari a:

  • 2% sul primo versamento annuale, al netto della commissione di sottoscrizione;
  • 5% su premio ricorrente alla fine del sesto anno, se in regola con i versamenti.

Veniamo all'aspetto costi:

  • commissione di sottoscrizione del 3,75% sui versamenti (sia sul premio iniziale che sui premi ricorrenti);
  • spesa fissa annua di 24 euro;
  • commissioni di gestione annue sui fondi interni, il cui TER va da un minimo dell'1,20% per i comparti monetari sino ad un 3,20% per i comparti a forte contenuto azionario.

Tra gli aspetti penalizzanti c'è inoltre da aggiungere le penali che vengono applicate in caso di riscatto o di sospensione del pagamento dei premi che sono del:

  • 20% in caso di annualità non interamente corrisposta nel primo anno;
  • 16,5% dopo il primo anno;
  • 12,5% dopo il secondo anno;
  • 7,5% dopo il terzo anno;
  • 3,5% dopo il quarto anno;
  • 2% dopo il quinto anno.

Non sussiste alcun logico motivo finanziario che giustifichi la sottoscrizione di Uniplan Bonus 2012 che sconsigliamo vivamente.

Fabrizio Taccuso 




10 comments on “Analisi Uniplan Bonus 2012 di Unicredit

  1. Maurizio La Rocca

    Buongiorno, Vi scrivo per avere se possibile un Vostro parere proprio sulla polizza Uniplan Bonus che la Unicredit, ramo CNP, mi ha fatto sottoscrivere subdolamente all’apertura di un conto con facoltà di scoperto fino a 30.000 euro, con ingannevole descrizione della stessa. Mi hanno detto che il premio da versare era di E.1.800,00 annuo (quindi 150,00 al mese), invece mi sono ritrovato con un prelievo di 1.800,00 euro MENSILE!!! Purtroppo me ne sono accorto dopo ben sette mesi. Ho bloccato tutto ma la banca asserisce che io ho firmato loro i documenti! Come posso provare che mi hanno imbrogliato???

    Reply
  2. Marco

    CIAO FABRIZIO,
    INNANZITUTTO GRAZIE PER L’OPINIONE DISINTERESSATA FORNITACI GRATUITAMENTE A RIGUARDO “UNIPLAN BONUS 2012;

    MA A QUESTO PUNTO SU QUALE PRODOTTO CI CONSIGLI DI POTER INVESTIRE??

    GRAZIE PER UN TUO RISCONTRO

    UN CORDIALE SALUTO

    Reply
    1. Fabrizio Taccuso

      Ciao Marco, io non parto mai dal prodotto, ma dalle esigenze del cliente. Fatto questo andiamo a trovare soluzioni personalizzate, dando un occhio all’efficienza dello strumento su cui si va ad investire. Normalmente si privilegia uno strumento trasparente e quotato.
      Se si vuole investire in una Unit Linked, per motivi fiscali o ereditari, ci sono sul mercato polizze molto più valide ed efficienti. A maggio avevo rilasciato al riguardo un’intervista a Plus 24 del Sole. L’articolo è stato pubblicato poi anche qua sul mio blog.
      Cordiali saluti anche da parte mia.

      Reply
      1. Giuseppe Di Dato

        grazie Fabrizio per questo tuo blog e grazie anche per avermi aperto gli occhi involontariamente in merito alla polizza vita uniplan bonus 2012
        .Dopo 2 anni di versamenti di euro 3200 voglio annullare il contratto. E mai possibile che la mia situazione e sempre in negativo e mai in positivo? perderei molto in caso di annullamento di contratto? cosa mi suggerisci di fare? dove potrei investire essendo che mi ero prefissato di avere un piano di accumulo e salvaguardare la mia famiglia? grazie perr lerisposte.

        Reply
  3. Giuseppe

    Salve Fabrizio
    Leggendo per puro caso le recensioni delle persone avendo sottoscritto la polizza uniplan 5 bonus del tipo unit linken, ed avendo letto le tue risposte,mi sono reso conto che non ho fatto un buon affare. Sono entrato al 3 anno da luglio 2014 e fino adesso ho versato 3200 con il primo anno Di 150,00 euro mensile.Questo tipo di assicurazione non mi trovo mai in positivo ma sempre meno. Non capisco il motivo è poi voglio levarmi completamente questa assicurazione. Ci perdo molto? Il mio scopo era quello di prevedere un piano di accumulo e dopo un certo periodo avere qualcosa un più. Cosa mi consigli di fare? Grazie per la risposta.

    Reply
  4. maurizio cedro

    Salve Maurizio
    ho svicolato questa polizza dopo 6 anni mi hanno accreditato dopo due mesi trattenedosi circa 8000 euro e non mie stato dato nessuna spiegazione ne da parte della banca unicredit palmi e ne della assicurazione
    sto agendo per vie legali per vedere come posso riprendere i miei risparmi

    Reply
    1. Fabrizio Taccuso

      Questo commento è l’ulteriore riprova che certi prodotti sono funzionali soltanto a chi li colloca e mai a chi li sottoscrive!

      Reply
      1. Guglielmo

        Ciao Fabrizio, io ho aperto il 20/03/2014 questa forma di investimento UNIPLAN BONUS 2012, versando 200 euro al mese mentre per il primo anno ricordo di aver versato 800 euro mensili. Attualmente sono in perdita di oltre 400 euro, la mia domanda è questa: come posso fare per chiudere questo tipo di investimento senza perdere neanche un euro? Quanto tempo deve passare per chiudere questa cosa senza incorrere in penali? Grazie anticipatamente per la disponibilità

        Reply
  5. Guglielmo

    Per Fabrizio Taccuso: il 20/03/2014 il direttore della mia banca mi convinse ad investire il mio denaro su UNIPLAS BONUS 2012 e per il primo anno dovevo versare 800 euro al mese e poi dopo il primo anno si passava a 200 euro mensili. Ultimamente sono in perdita di oltre 400 euro e volevo sapere da te come devo fare per chiudere questo tipo di investimento senza perdere un centesimo di quello che ho versato?

    Reply
    1. Fabrizio Taccuso

      Ciao Guglielmo, il direttore della tua banca ti ha consigliato la Uniplan Bonus 2012 perchè è un prodotto da budget che le banche devono spingere perchè consente lauti guadagni (per loro). Se sei ancora in perdita nonostante i mercati in questi anni siano andati bene, chiediti come andrà nel momento in cui il vento sui mercati azionari dovesse cambiare… Ti allego il prospetto informativo del prodotto. https://www.avivaitalia.it/sites/avivaitalia.it/files/idcYP003858_Uniplan%20Bonus%202012_0_0.pdf
      Come ho già detto in più occasioni questo prodotto è funzionale a chi lo colloca e basta… Esistono sul mercato prodotti molto più efficienti che ti consentono di recuperare prima in caso di mercati favorevoli o di perdere meno in caso di mercati negativi. Trai tu le tue conclusioni a prescindere dall’andamento dei mercati…

      Reply

Lascia un commento