Vincita record al Superenalotto, come investire 209 milioni di euro?

Vincita record al Superenalotto! A Lodi è stato realizzato il 6 da 209 milioni di Euro!

La vincita record è stata realizzata con una schedina di soli 2 euro. Rappresenta una delle maggiori vincite nella storia di tutte le lotterie mondiali. Ognuno di noi vorrebbe essere nei panni del fortunato vincitore, perché una somma così cambia radicalmente la vita. Per darti un’idea, prima di azzerare il capitale, potresti permetterti di spendere tutti i giorni 19.000 Euro per i prossimi trent’anni!

Eppure le statistiche rivelano che chi vince somme enormi alla lotteria, nel giro di pochi anni, si ritrova più povero di prima.

Gli studi effettuati da psicologi dimostrano che la propensione al rischio cambia completamente in funzione della fonte da cui proviene il denaro. In pratica, mentre attribuiamo un valore alto al denaro derivante dal nostro lavoro o da investimenti, la stessa cosa non accade quando il denaro è ottenuto senza fatica. Pur avendo a disposizione un capitale enorme la percezione del rischio diventa molto più bassa. Inizia un circolo vizioso di investimenti folli, acquisti pazzi e spese illogiche. Un modus operandi che porta a perdere rapidamente soldi e patrimonio. Ciò avviene sia per per motivi legati alla scarsa istruzione finanziaria, che per motivi pratici dovuti al cambiamento radicale e repentino di condizione.

Vincita-record-al-Superenalotto-Un-nuovo-Paperon-de-Paperoni-a-Lodi.png

Vincita record – Un nuovo Paperon de Paperoni a Lodi.png

Chi vince alla lotteria quasi sempre è assolutamente impreparato a tale evento. Quindi commette errori grossolani che portano a sperperare rapidamente la fortuna.

Come evitare tutto ciò? La prima cosa è essere equilibrati e mantenere un buon autocontrollo. I rapporti umani, comprese le amicizie, i legami familiari sono fragili: dipendono da stili di vita, vicinanza, obiettivi comuni e così via. Quando ci si ritrova tra le mani 209 milioni di euro (o meglio 184 in quanto 25, ossia il 12% della vincita, se ne vanno in tasse) è difficile mantenere lo stesso stile di vita. E’ difficile non farsi prendere dall’euforia e dall’egoismo, non trascurare familiari ed amici, non isolarsi per paura. Probabilmente è difficile persino mantenere un rapporto sano e coerente con se stessi.

Per cui, senza esagerare, ben venga qualche viaggio, cambiare l’automobile e acquistare una nuova abitazione, ma poi è bene rivolgersi ad un professionista esperto, un consulente patrimoniale indipendente. In questo caso intendo il consulente come fiduciario, ma anche come coach. Deve affiancare e supportare il fortunato vincitore nelle scelte riguardanti tutto il ciclo di vita personale e della sua famiglia. Il consulente dovrebbe essere un bravo psicologo, in quanto i vincitori della lotteria “hanno bisogno di capire come allineare i loro soldi ad un senso di scopo e passione“.

Prima di decidere come investire la somma è opportuno costituire un Trust, in modo tale da mantenere l’anonimato, blindare il patrimonio e renderlo inattaccabile da chicchessia.

A questo punto possiamo iniziare a sbizzarrirci per effettuare una pianificazione di lungo termine. La logica premessa è che la pianificazione cambia in base all’età della persona, se è single o se ha una famiglia. Ipotizziamo per semplicità che il vincitore sia single. E’ molto probabile che lo rimanga per poco, in quanto con tutti quei soldi in tasca trovare amici o amiche nuove è piuttosto facile…

La diversificazione è la prima regola da seguire per qualsiasi investitore, grande o piccolo che sia. Le uova non vanno mai messe tutte nello stesso paniere. La sicurezza dipende, innanzitutto, da questo ed i modi per realizzarla variano di conseguenza. Chi ha vinto oltre 200 milioni di euro ha evidentemente come obiettivo principale la preservazione del capitale e la minimizzazione dei rischi.

E’ bene precisare che qualsiasi attività finanziaria presenta un minimo rischio.

Anche quelli che normalmente sono considerati “investimenti sicuri” nel caso di vincita record come questa non lo sono. Mi spiego meglio: se depositiamo 1 milione di euro sul c/c di una banca italiana, non stiamo facendo un investimento sicuro. Infatti, è risaputo che in caso di fallimento della banca, il fondo interbancario di garanzia garantirebbe il capitale solo fino alla concorrenza di 100.00o per intestatario. Pertanto parcheggiare quattrini su conti correnti e conti deposito ha un rischio, anche se remoto.

Se invece volessimo depositare parte della somma sul conto di una banca europea, con i tassi negativi attuali addirittura il nostro gruzzolo si ridurrebbe. Da quando la Bce ha adottato una politica monetaria molto espansiva e ha tagliato i tassi così tanto da farli diventare negativi, le banche scaricano il costo sul cliente. Quindi non solo il patrimonio non cresce, ma viene lentamente eroso.

La stessa cosa vale per le obbligazioni: se investiamo in un titolo di stato decennale francese o tedesco il rendimento oggi è negativo. Il Bund, titolo di stato tedesco a 10 anni, oggi rende – 0,70%. In pratica, se investiamo 1.000.000  di Euro, tra dieci anni ne avremo 993.000! L’investimento della stessa cifra in un BTP italiano tra 10 anni produce un montante di 1.013.200 euro.

Quindi cosa si fa con i 200 milioni di euro? Questa è la mia personalissima diversificazione:

  • 40 % Investimenti finanziari;

  • 30 % Immobiliare;

  • 10 % Oro;

  • 10 % Investimenti alternativi;

  • 10 % Beneficenza;

La parte relativa agli investimenti finanziari va suddivisa in:

  • Etf azionari e obbligazionari;
  • un mix dei migliori fondi comuni internazionali;
  • Titoli governativi in euro e in valuta, in particolare Treasury (Usa);
  • Gestioni separate di ramo I delle migliori compagnie assicurative internazionali

Da sottolineare l’importanza della diversificazione valutaria. Quindi non solo euro, ma anche dollari Usa, franco svizzero e in parte ridotta in valute di Paesi emergenti.

Per quanto riguarda l’immobiliare è consigliabile l’acquisto di immobili da mettere a reddito. Oggi, attraverso agenzie specializzate, è possibile stipulare particolari contratti attraverso i quali l’agenzia troverà locatari che pagheranno regolarmente un affitto. Se fatto in località di grande interesse turistico o in posti esclusivi -in cui c’è molta richiesta, l’investimento si può rivelare molto profittevole. 

Investire in Oro rappresenta un modo intelligente per diversificare e ridurre il rischio di Portafoglio. In questo caso è consigliabile suddividere l’investimento in Oro finanziario (Etc, strumenti quotati giornalmente su mercati regolamentati) e in Oro fisico (lingotti).

Per investimenti alternativi intendo investimenti non tradizionali, ma che hanno ottime potenzialità di remunerazione. Anzi, spesso sono migliori rispetto a quelli classici e possono rappresentare anche un piacevole passatempo. Rientrano in questa tipologia:

  • Vini d’annata;
  • monete numismatiche;
  • francobolli;
  • quadri;
  • auto d’epoca;
  • criptovalute

Diversi studi hanno evidenziato come donare a qualcuno rende molto più felici che non comprare qualcosa per se stessi.

Piramide di Maslow

Piramide dei bisogni di Maslow

Pertanto se la fortuna ci è stata amica, è giusto ritornare qualcosa agli altri. Quando si pratica della beneficenza si attivano parti del cervello associate al piacere e alla fiducia. Fare del bene migliora la nostra salute, riduce lo stress, crea connessione tra le persone. Secondo alcune pubblicazioni della National Academy of Science di Harvard, quando una persona fa del bene ispira chi la osserva a comportarsi a sua volta in modo generoso verso altre persone. Quando ci si impegna nel sociale, l’ossitocina rilasciata nel nostro corpo crea forte empatia grazie a sintomi di felicità che possono durare anche ore.

Seguendo questo percorso, oltre che evitare di cadere presto sul lastrico, come tanti altri che l’hanno preceduto, il fortunato vincitore di Lodi potrebbe rientrare tra quel 2% di persone che Maslow nella sua piramide dei bisogni definisce autorealizzate.

Fabrizio Taccuso

 

 

 

 

Lascia un commento