BTP Italia 2020: tutto quello che c’è da sapere

BTP Italia 2020, lunedì 18 Maggio parte il collocamento che durerà per gli investitori individuali (retail) sino al 20 Maggio, senza chiusura anticipata. Il 21 Maggio sarà invece riservato agli istituzionali.

BTP Italia 2020 sarà un’emissione speciale. L’obiettivo è finanziare i recenti provvedimenti del Governo per fronteggiare l’emergenza Covid-19, incluso il Decreto Rilancio. Quindi le somme raccolte saranno impiegate a supporto del sistema sanitario, per la salvaguardia del lavoro e a sostegno dell’economia nazionale.

Btp Italia 2020

Btp Italia 2020

Si tratta di un test molto importante, dal momento che lo Stato italiano nei prossimi mesi si troverà in una condizione delicata. Da un lato le entrate saranno destinate a calare per effetto della riduzione dell’attività economica. Dall’altro lato aumenteranno le uscite, in seguito all’esigenza di finanziare i vari interventi, dalla Cassa integrazione alla liquidità per le imprese, al bonus autonomi, agli sgravi per le ristrutturazioni. La capacità di fare debito e la sostenibilità nel tempo sono i pilastri di tutta la manovra di reazione alla crisi.

Attualmente la Banca Centrale europea, nei suoi interventi per calmierare lo spread, ha raggiunto una quota significativa di possesso del debito italiano. Pertanto il ruolo dei risparmiatori resta decisivo. Più la capacità interna di sottoscrizione resta elevata, più la situazione dei mercati potrebbe essere sotto controllo.

L’obiettivo del Governo è raddoppiare l’ammontare dei titoli di Stato in mano ai piccoli investitori al dettaglio italiani.

Attualmente tale ammontare è di circa 80 miliardi di euro, pari a circa il 6% del totale. Il BTP Italia è solo la prima di una serie di emissioni previste quest’anno dal Tesoro Italiano. A breve seguirà l’emissione denominata BTP Futura.

Va ricordato che i depositi sui conti correnti ammontano a circa 1.500 miliardi. Si tratta di depositi infruttiferi, liquidità parcheggiata e non investita, sia per timore verso il futuro, ma anche in attesa di opportunità d’investimento allettanti.

Il BTP Italia 2020 (codice Isin è IT0005410904) avrà scadenza a 5 anni, precisamente il 26 Maggio 2025. E’ un orizzonte di investimento ritenuto in questo momento più attraente rispetto all’ultima emissione a 8 anni dello scorso ottobre. Un’importante novità è il raddoppio del premio fedeltà, per chi mantiene il titolo in portafoglio dal collocamento fino alla scadenza. Il premio fedeltà passerà infatti dal quattro all’8 per mille lordo da calcolarsi sul valore nominale acquistato.

E’ un titolo indicizzato, quindi il rendimento è dato da una componente fissa del 1,40% più l’inflazione.

Uno degli aspetti innovativi riguarda la modalità di “rimborso” dell’investimento. La cedola semestrale è indicizzata al tasso di inflazione italiana (Indice FOI, senza tabacchi – Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi). Chi acquisterà il BTP Italia 2020 potrà contare però anche sulla rivalutazione del capitale investito, indicizzato ugualmente al tasso di inflazione italiano (Indice FOI). Secondo alcuni analisti, questa condizione potrebbe portare in futuro, non di certo ora, ad un importante aumento della remunerazione dell’investimento.

In caso di deflazione lo strumento contempla un floor, un pavimento,  che tutela il risparmiatore affinché le cedole effettivamente pagate non siano comunque inferiori al tasso garantito del 1,40%. Il capitale nominale è garantito a scadenza. Il lotto minimo, ossia l’importo minimo acquistabile e la base dei multipli successivi, resta a 1000 euro. Per l’acquisto all’emissione non sono previste commissioni bancarie, che invece variano da banca a banca in caso di acquisti o vendite successivi. La tassazione dei rendimenti è, come per tutti i titoli di Stato, ridotta al 12,5 per cento.

Per sottoscrivere i titoli oltre a recarsi in banca o all’ufficio postale è possibile utilizzare il canale online mediante il proprio home-banking o mediante nuove modalità di prenotazione offerte dagli istituti bancari per tenere conto della particolare situazione determinata dalle misure di contenimento di questi mesi.

In sintesi le caratteristiche principali del BTP Italia 2020:

  • durata è di 5 anni;
  • Lotto minimo 1.000 Euro;
  • tasso reale minimo garantito;
  • cedole semestrali calcolate sul capitale rivalutato;
  • recupero immediato dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi;
  • capitale nominale garantito a scadenza, anche in caso di deflazione;
  • premio fedeltà dell’8 per mille per chi acquista all’emissione nella prima fase del collocamento e conserva il titolo fino a scadenza.

Conviene acquistare questa emissione?

Per capire se convenga o meno acquistare questa emissione è opportuno confrontarla con il rendimento di un BTP con cedola fissa di pari durata già presente sul mercato. Alla chiusura di venerdì 15 Maggio il BTP con scadenza 1 Giugno 2025 rendeva 1,36%. Poiché il nuovo BTP Italia 2020 ha una cedola fissa minima di 1,40%, a cui va aggiunto un altro 0,16% su base annua per il premio fedeltà, più un eventuale aumento del rendimento legato all’inflazione, l’acquisto si presenta vantaggioso.

Personalmente non lo acquisterò, ma se l’alternativa è lasciare dei soldi immobili sul conto corrente della banca a tasso zero, oppure in fondi monetari che ogni anno bruciano ricchezza, allora è meglio farci un pensierino ed acquistare il BTP Italia 2020…

Fabrizio Taccuso

 

 

 

 

Lascia un commento