Dividendi 2023: cosa sono, come funzionano, tassazione e rendimenti

I Dividendi sono gli utili conseguiti da una società che vengono distribuiti agli azionisti, come remunerazione del capitale di rischio. Investire in società che distribuiscono dividendi più alti è una strategia alla portata di tutti. Può essere un modo intelligente per diversificare il tuo portafoglio azionario, anche se non è detto che sia il modo più efficace per ottenere rendimenti nel tempo.
Cosa trovi in questo post:
Dividendi

Il dividendo è una parte della remunerazione quando investi in un titolo azionario, oltre al capital gain, ossia il differenziale tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita dell’azione. A differenza degli interessi (cedole) pagate dalle società che emettono obbligazioni (bond), il dividendo non costituisce un diritto.  

Lunedì 22 Maggio sarà il giorno più importante dell’anno per quanto riguarda lo stacco dei dividendi a Piazza Affari. Le stime degli analisti indicano un’incidenza del 1,28% sull’indice principale Ftse Mib da parte delle blue chip.

Le società italiane sono tra le più generose in termini di rendimento (il rapporto tra dividendo distribuito e prezzo dell’azione). In particolare spicca il settore dei finanziari, banche in particolare, che nell’ultimo anno hanno beneficiato del forte rialzo dei tassi per migliorare sensibilmente il conto economico.

I dividendi sono un’importante fonte di reddito per chi investe in azioni. Per creare un portafoglio equilibrato e redditizio allo stesso tempo è opportuno analizzare le società che pagano regolarmente i dividendi, la loro politica di distribuzione degli utili e soprattutto il loro potenziale di crescita.

Investire in società che distribuiscono dividendi più alti è una strategia alla portata di tutti. Può essere un modo intelligente per diversificare il tuo portafoglio azionario, anche se non è detto che sia il modo più efficace per ottenere rendimenti nel tempo. Di certo è importante selezionare società che abbiano una solida base finanziaria e storie di dividendi stabili e affidabili. In questo modo la possibilità di ottenere buoni rendimento è maggiore e il rischio di possibili perdite in fasi negative del mercato più contenuto.

Che cosa sono i dividendi?

I dividendi sono parte dei profitti realizzati da un’azienda e distribuiti agli azionisti. L’utile di una società può essere utilizzato a varie finalità:

  • Pagare debiti in essere;
  • progetti di crescita e sviluppo dell’azienda;
  • riacquistare azioni proprie;
  • distribuire dividendi agli azionisti

Come puoi notare la distribuzione di utili è solo una delle tante opzioni che ha il consiglio di amministrazione di una società.

Le aziende che pagano i dividendi sono in genere quelle che hanno maggiori flussi di cassa e possono gestire in modo efficace il reinvestimento per ottenere alti rendimenti.

Aziende giovani e in forte crescita tendono a distribuire meno dividendi perché preferiscono investire i profitti nella crescita dell’azienda. Questo è un modo indiretto per remunerare gli azionisti quando l’investimento contribuisce a far crescere l’azienda e il suo valore di mercato.

Nel momento in cui l’azienda avrà raggiunto maggiori dimensioni e produrrà profitti in modo stabile allora deciderà di distribuire parte degli utili come dividendi.

Immagine tratta dal sito investing.com

Cosa accade il giorno di stacco del dividendo?

Ecco un esempio pratico: se detieni nel tuo dossier titoli 1.000 azioni di Intesa San Paolo che hanno chiuso la seduta di venerdì 19 Maggio con una quotazione di 2,42 Euro, a inizio seduta di lunedì 22 Maggio “staccheranno” dal prezzo il dividendo di 0,0901, quindi a prezzo immutato quoteranno 2,3299 Euro.

Immagine tratta dal sito investing.com

Come si calcola il rendimento?

Per effettuare questo calcolo devi dividere il dividendo distribuito per il prezzo dell’azione. Se l’azione A quota 10 euro e distribuisce un dividendo di 0,5, il rendimento è pari al 5%.

La politica dei dividendi di un’azienda

Le aziende che pagano i dividendi sono in genere quelle che hanno maggiori flussi di cassa e possono gestire in modo efficace il reinvestimento per ottenere alti rendimenti.

Aziende giovani e in forte crescita tendono a distribuire meno dividendi perché preferiscono investire i profitti nella crescita dell’azienda. Questo è un modo indiretto per remunerare gli azionisti quando l’investimento contribuisce a far crescere l’azienda e il suo valore di mercato.

Nel momento in cui l’azienda avrà raggiunto maggiori dimensioni e produrrà profitti in modo stabile allora deciderà di distribuire parte degli utili come dividendi. Si intuisce quindi facilmente che le aziende che pagano dividendi sono aziende ormai consolidate.

L’andamento di un titolo azionario è influenzato dalla politica di dividendi adottata dalla società.

In genere quando la società annuncia la distribuzione di un dividendo alto il prezzo dell’azione inizia a crescere perché tanti investitori vogliono acquistarla. Dopo lo stacco del dividendo il prezzo del titolo tende a scendere perché il patrimonio della società è diminuito per effetto della distribuzione degli utili.

Capire queste dinamiche e governarle nel modo giusto può aiutarti a ottimizzare la tua strategia di investimento ed evitare di incorrere in perdite.

Conclusioni

La scelta di investire in singoli titoli azionari deve riguardare la parte tattica del portafoglio. Di certo non quella strategica che deve essere la più importante e da cui dipendono i rendimenti nel tempo della tua strategia di investimento.

O sei Warren Buffett che ha l’esperienza e possiede tutte le informazioni per scegliere le migliori società, altrimenti ti consiglio di investire in strumenti come gli ETF che consentono un’ampia diversificazione del tuo portafoglio.

Fabrizio Taccuso | Consulenza Vincente

Verifica subito la salute dei tuoi investimenti

Scegliere un consulente finanziario indipendente di tua fiducia significa avere un partner con cui ti puoi confrontare costantemente. Un professionista che ti aiuta a fare scelte informate, razionali e soprattutto consapevoli.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I lettori hanno approfondito questo argomento con:

Iscriviti alla newsletter di Consulenza Vincente ™

Inserisci il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sui consigli relativi a pianificazione finanziaria, investimenti finanziari e patrimoniali, previdenza complementare e tutto ciò che riguarda il risparmio.