Educazione finanziaria in Italia; siamo l’ultimo Paese del G20

Cosa trovi in questo post:

L’educazione finanziaria in Italia é un problema.

Scarsa educazione finanziaria perché? L’Italia è l’ultimo paese del G20.

Un giudizio preoccupante che dovrebbe destare una certa preoccupazione, soprattutto per le conseguenze sulle nostre finanze. Un basso livello di educazione finanziaria produce accumulo di liquidità che non viene destinata all’economia reale, ossia alle imprese che ne hanno bisogno.

Il risultato è che miliardi di euro di risparmio privato non vengono utilizzati, proprio a causa della scarsa conoscenza (e fiducia) degli strumenti finanziari. Non solo. Gli italiani rimangono indietro nell’aumento di ricchezza personale. Chi non ha investito in strumenti finanziari ha perso il 30% potenziale in termini reali negli ultimi 15 anni. Inoltre la crisi ha spinto la ricchezza delle famiglie italiane a spostarsi sui depositi, bancari e postali. Come negli anni ’80.

Secondo una recente analisi di Standard & Poor soltanto il 37% degli adulti ha una adeguata educazione finanziaria.

E questo ci colloca nelle classifiche mondiali addirittura dietro a Paesi come Camerun, Togo, Zambia e Zimbabwe.

Più della metà degli italiani non conosce concetti basilari della finanza.

Ad esempio l’effetto dell’inflazione su una somma di denaro e solo un terzo di loro sa calcolare un tasso di interesse composto.Talvolta mi viene posta una domanda, per me disarmante: “conviene ancora oggi investire”?

E’ una domanda che mi lascia sempre di “sasso”,. Linvestimento è il principio cardine che permette al tuo sudato risparmio di contrastare nel tempo l’effetto di perdita di valore (in termini tecnici si chiama Inflazione).  Se non “investi e lasci fermi i soldi nel c/c della banca (attenzione al Bail–in) o sotto il famoso “materasso” di casa (attenzione ai Ladri), avrai la certezza di aver perso denaro, inteso come potere d’acquisto.  Vuoi sapere quanto?  Puoi divertirti andando nel sito dell’Istat, cliccando su questo link.

E’ anche un segnale di evidente insoddisfazione rispetto a ciò che propongono le banche negli ultimi anni. Spesso sento affermare da parte dei risparmiatori che la banca non offre più “nulla”, i tassi sono ormai a zero, in banca non fanno mai i tuoi interessi, etc.

Gli italiani sono bravi a risparmiare, anche in questi ultimi anni non facili, ma non sono riusciti ad effettuare quel passaggio, peraltro non semplice, di Investitori consapevoli.

Anche altri concetti come rischio e rendimento, volatilità, spread o previdenza complementare sono ancora sconosciuti.

Questo atteggiamento, abbinato a proposte d’investimento discutibili e di scarso valore da parte del sistema finanziario, ha portato ad un cocktail micidiale: la percezione che investire sia “qualcosa” di molto complicato, rischioso e poco redditizio.

Per i risparmiatori che desiderano fare il salto di qualità, capire, approfondire e diventare Investitori consapevoli, è necessario un minimo di formazione (noi di Consulenza Vincente siamo sempre stati molto sensibili al tema dell’educazione finanziaria).

Negli ultimi anni ci sono state un sacco di opportunità che potevano essere colte attraverso oculate strategie d’investimento. Ma la scarsa educazione finanziaria ha impedito al risparmiatore medio di beneficiarne. Senza pianificazione finanziaria non vai da nessuna parte.

Se non hai il tempo o le capacità per fare da solo, fatti aiutare da un professionista indipendente che lavora nel tuo unico ed esclusivo interesse.

I mercati finanziari nel tempo creano valore, ed è davvero un peccato non cogliere i trend del futuro

Fabrizio Taccuso

 

 

Verifica subito la salute dei tuoi investimenti

Scegliere un consulente finanziario indipendente di tua fiducia significa avere un partner con cui ti puoi confrontare costantemente. Un professionista che ti aiuta a fare scelte informate, razionali e soprattutto consapevoli.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I lettori hanno approfondito questo argomento con:

Iscriviti alla newsletter di Consulenza Vincente ™

Inserisci il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sui consigli relativi a pianificazione finanziaria, investimenti finanziari e patrimoniali, previdenza complementare e tutto ciò che riguarda il risparmio.