Il PAC (piano di accumulo capitale), una strategia d’investimento sempre efficace

da | Nov 20, 2021 | Educazione Finanziaria | 0 commenti

Il PAC è una strategia d’investimento che prevede il versamento periodico di una somma di denaro costante a intervalli pianificati.

Il PAC può essere applicato a qualsiasi forma d’investimento che possa permettere versamenti o acquisti di quote successivi.

Incrementa l’efficienza del tuo piano d’investimento perché ti  permette di beneficiare di maggiori rendimenti e di un maggiore controllo del rischio nel lungo termine.

Secondo le statistiche di Banca d’Italia, gli italiani hanno circa 1.600 miliardi di euro sui conti correnti (1.200 le famiglie e 400 mld le aziende per esigenze di tesoreria). A ciò vanno aggiunti altri 300 miliardi nei Conti Deposito.

E’ vero che lo scenario di estrema incertezza legato alla pandemia non aiuta, ma tutto ciò è stato solo accentuato ulteriormente. Il trend era già in essere da diversi anni. 

Quali sono i motivi per cui le persone lasciano i soldi in liquidità?

  • temono eventi improvvisi ed inaspettati;
  • avversione al rischio, le perdite fanno male;
  • preferiscono procrastinare le scelte, preferendo lo status quo;
  • poca lungimiranza perché non capiscono il potere del tempo.

Per quanto riguarda gli imprevisti è sufficiente coprirsi dai rischi attraverso le assicurazioni. In questo modo trasferisci il rischio su un altro soggetto e puoi liberare liquidità per fare investimenti,

In altri due casi il Pac è proprio la soluzione ottimale. Cerchiamo di scoprire i motivi.

Tutti vorremmo comprare sui minimi e vendere sui massimi dei mercati, ma nella realtà nessuno riesce a prevedere con esattezza l’andamento del mercato. Quindi è fondamentale fare una corretta pianificazione finanziaria, basata su una strategia ed un metodo efficaci.

Acquistando in ogni situazione di mercato, attraverso un programma di acquisti periodici e pianificati, il Pac riduce i rischi legati alla volatilità del mercato azionario e supera il problema del market timing, ovvero l’ingresso nel momento meno opportuno.

Uno dei principali vantaggi del piano di accumulo è il controllo del rischio e della volatilità.

Aggiungendo con regolarità nuovo capitale ai tuoi investimenti, acquisterai a prezzi diversi in momenti diversi del mercato. In questo modo vai a normalizzare il prezzo medio di acquisto nel tempo. Ciò ti consentirà di dormire sonni tranquilli e di ottenere buone performance nel lungo periodo.

La focalizzazione sul lungo termine ti consente di superare fasi di alta volatilità.

La discesa rappresenta l’opportunità di acquistare maggiori quote a prezzi più bassi. Dunque vivrai i cali con minore emotività e non cadrai nella tentazione di disinvestire nel momento sbagliato. Le statistiche dicono che la maggior parte degli investitori, per questioni  psicologiche (finanza comportamentale), finisce quasi sempre con il comprare alto e vendere basso.

Il piano di accumulo rappresenta sia un risparmio che un’allocazione intelligente del denaro.

Puoi alimentarlo anche con piccoli accantonamenti periodici che possono provenire dal tuo reddito mensile, decidendo quindi di aumentare la tua quota di risparmio. Chi più chi meno, tutti noi facciamo spese inutili. Se ti soffermi a fare la somma di queste spese nel tempo, potrai facilmente immaginare che quei soldi risparmiati e investiti in soluzioni finanziarie efficaci possono migliorare il tuo futuro.

L’aspetto fondamentale, per continuare a versare con costanza nel tempo, consiste nel legare l’investimento ad un obiettivo futuro.

Difficilmente fai dei sacrifici di natura economica se non hai una motivazione forte e quindi un obiettivo da raggiungere. E’ proprio l’obiettivo a darti la forza di perseverare nei momenti di difficoltà che troverai lungo il cammino.

Pertanto ti consiglio di sottoscrivere un piano di accumulo e finalizzarlo al raggiungimento di un obiettivo chiaro con una scadenza ben precisa.

Esempi di obiettivi con scadenza diversa possono essere:

  • breve termine (un viaggio importante all’estero);
  • medio termine  (acquisto dell’automobile oppure gli studi universitari dei figli)
  • lungo termine (integrazione previdenziale per mantenere inalterato il tuo tenore di vista una volta in pensione. Oppure l’acquisto/ristrutturazione dell’abitazione).

La durata di un PAC é molto flessibile e determinata dalla tue scelte personali.

 

Pac - Il potere della capitalizzazione composta

Pac – Il potere della capitalizzazione composta (tratto dal sito www.nef.lu)

 

Può essere interrotto, infatti, in qualsiasi momento. Ciò nonostante ti consiglio di mantenerlo per orizzonti temporali lunghi. Il motivo è spiegato dall’effetto capitalizzazione composta, che è stata definita da Einstein “l’ottava meraviglia”.

Nella figura sottostante ho sviluppato il piano di versamento di 1.000 Euro mensili per 20 anni. La simulazione prevede un rendimento medio annuo del 5%, risultato più che raggiungibile, in un orizzonte temporale di medio e lungo termine. A patto di utilizzare uno strumento azionario efficiente. 

 

Pac - Sviluppo Piano

Pac – Sviluppo Piano

 

Uno dei principali benefici del piano di accumulo è il suo effetto di crescita del capitale nel tempo.

Come puoi notare, dopo 20 anni di versamento a fronte di un capitale investito di 240.000 euro puoi arrivare ad un montante di 407.457,78. E’ una somma che ti consente un futuro più che dignitoso. E se 1.000 euro al mese sono troppe, fallo con una cifra più piccola. Anche 100 o 200 euro tutti i mesi ti consentiranno di mettere da parte un bel gruzzolo dopo qualche anno. Tutti possono riuscire, è solo questione di metodo e disciplina.

PAC – l’importanza dell’automatismo

Per dare continuità al tuo piano ed evitare dimenticanze, è meglio dare istruzioni alla tua banca di prelevare la somma dal conto corrente ogni mese. In questo modo verserai in automatico nello strumento di investimento da te prescelto. Il prelievo forzoso elimina la somma dalla disponibilità del conto corrente e non corri il rischio di cadere nella tentazione di spendere i soldi nell’acquisto di beni voluttuari.

PAC – l’aspetto costi

Il Pac può essere effettuato acquistando quote di fondi comuni o in ETF. La validità del piano dipende necessariamente anche dell’aspetto dei costi. E’ opportuno, dunque, che tu faccia attenzione alle spese richieste dalla tua banca. Alcune applicano un diritto fisso, altre applicano una percentuale sull’importo investito.

Anche in questo caso la l’interesse composto gioca un ruolo fondamentale. Ogni euro speso in più andrà a ridurre, in alcuni casi anche significativamente, il tuo montante finale.

Controllo e ribilanciamento

Nei primi anni di versamento il PAC non richiede “manutenzione”. Dopo qualche anno, però è utile fare dei ribilanciamenti del portafoglio, allo scopo di  garantirti una maggiore diversificazione del tuo investimento.

Ipotizziamo ad esempio che tu abbia scelto uno strumento che investe nell’indice azionario mondiale (MSCI World). Se sei prudente, non puoi trovarti in prossimità dell’obiettivo da te prefissato con un rischio molto elevato. A quel punto è necessario continuare con il PAC, ma effettuare un passaggio parziale o totale, su uno strumento che consolidi e preservi il capitale da te realizzato sino a quel momento.

A questo punto hai tutte le informazioni per effettuare una scelta consapevole. Oggi esistono soluzioni d’investimento molto valide, non limitarti a ciò che ti propone la tua banca. Se vuoi le migliori soluzioni contattami. E’ meglio il parere di un consulente finanziario indipendente

In finanza non esistono scorciatoie; il tempo e la disciplina sono ingredienti indispensabili per mantenere la rotta verso il raggiungimento degli obiettivi che hai pianificato.

Fabrizio Taccuso

checkup gratuitoRichiedi subito il check up gratuito indipendente. Potrai verificare la salute dei tuoi investimenti e trasformare quelli inefficienti in soluzioni che ti permettono finalmente di raggiungere i tuoi obiettivi di vita.

Il PAC (piano di accumulo capitale), una strategia d’investimento sempre efficace

Iscrizione all’Albo Unico dei Consulenti Finanziari istituito dall’Organismo OCF (delibera n. 1007 del 30/01/2019)

Newsletter

Iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sulle novità di Consulenza Vincente.

Articoli più letti

Post più popolari

Affidati a dei professionisti

logo nafop
logo epa italia

I nostri servizi


CHECK UP FINANZIARIO E PATRIMONIALE
Prima di iniziare è fondamentale analizzare la bontà delle scelte già fatte.
Scopri di più

PIANIFICAZIONE FINANZIARIA
Dobbiamo individuare gli obiettivi da raggiungere e monitorare il loro raggiungimento nel tempo.
Scopri di più

CREAZIONE ASSET ALLOCATION
È l’allocazione delle tue risorse finanziarie finalizzata alla ricerca della massima efficienza.
Scopri di più

PREVIDENZA COMPLEMENTARE
Integrare la pensione è ormai diventata una necessità per vivere serenamente la vecchiaia.
Scopri di più

Cos’è la “parcella occulta”?

Gli intermediari (banche, assicurazioni, società di gestione del risparmio, reti di distribuzione e infine anche le poste) non vendono consulenza allo sportello, ma vendono prodotti finanziari attraverso figure commerciali... Scopri di più

Archivio

Informativa precontrattuale

Share via
Copy link
Powered by Social Snap