Investire in Criptovalute, l’intervista a Massimo Siano

da | Ott 7, 2021 | Il mondo delle criptovalute | 0 commenti

Investire in criptovalute, moda passeggera o trend che crescerà in futuro?

Investire in criptovalute significa diversificare i tuoi investimenti in asset digitali che utilizzano la tecnologia blockchain.

 

Grazie alla tecnologia blockchain le transazioni vengono validate online attraverso sistemi decentralizzati. In questo modo tutte le transazioni in criptovalute sono trasparenti, sicure, tracciabili e irreversibili.

Abbiamo voluto approfondire l’argomento intervistando Massimo Siano, head of Southern Europe di 21Shares. La società è leader mondiale negli ETP,

Gli Exchange Traded Products (ETP) sono titoli di debito collateralizzati, che non pagano interessi, progettati per replicare la performance di un’attività sottostante. Nel caso degli ETP di 21Shares, gli strumenti replicano la performance di asset cripto (Bitcoin, Ethereum, Ripple, Polkadot, Solana) o di indici (HODL5, BIT10, ABBA) a replica fisica, quotati sui mercati regolamentati,

Nel 2018 21Shares ha costruito HODL, il primo ETP al mondo su un paniere di criptovalute quotato al SIX Swiss Exchange.

Massimo Siano - Investire nelle Criptovalute

Massimo Siano – Investire nelle Criptovalute

 

Il vantaggio degli ETP consiste nel prendere posizione sugli asset digitali in modo diversificato e azzerando una delle principali fonti di rischio: la perdita delle  criptovalute in portafoglio a causa di:

  • smarrimento o furto della password;
  • furto o distruzione del dispositivo su cui è registrato il wallet;
  • morte del proprietario (se è l’unico detentore delle password).

Nel caso degli ETP tutti questi rischi scompaiono, perché è la società che si occupa di custodire le password.

Ecco i punti che tratteremo nel corso dell’articolo

Dr. Siano, perché investire in Criptovalute e se sì in quale percentuale?

Intanto dobbiamo chiarire che 21Shares non intende dare consigli circa la composizione di un portafoglio di investimento. Detto ciò, le criptovalute, negli ultimi 5 anni, sono state l’asset più performante e allo stesso tempo meno correlato agli altri mercati. Questo le rende ottimali per la diversificazione di un portafoglio.

I dati in nostro possesso ci dicono che gli investitori istituzionali investono in criptovalute tra l’1% e il 5% del loro patrimonio. Un esempio è il leggendario manager Paul Tudor Jones, che, da maggio dello scorso anno, ha investito in Bitcoin circa il 2% del suo patrimonio.

 

Il Bitcoin potrebbe prendere il posto dell’Oro in futuro? Quali sono le differenze tra Oro e Bitcoin?

Non è un caso che il Bitcoin sia definito dagli addetti ai lavori come “l’oro digitale”. Il Bitcoin e l’Oro condividono molte caratteristiche e, inoltre, se il mercato del Bitcoin raggiungesse le dimensioni di quello dell’oro (circa 10 trilioni di dollari), il valore di una singola unità arriverebbe a circa 500 mila dollari.

Tuttavia, questi due asset sono molto diversi tra loro. Il Bitcoin è nativo digitale, ha un limite di offerta massimo pari a 21 milioni di unità. Può essere trasferito molto facilmente a costi di transazioni inferiori sia all’oro che a qualsiasi altra classica valuta come il dollaro, può essere facilmente conservato e soprattutto, non risente di dogane, confini chiusi e altri simili ostacoli normativi. Inoltre, ci sono studi che dimostrano che il Bitcoin ha anche una funzione umanitaria, in quanto strumento resistente alle censure.

L’oro, invece, dispone di una maggiore liquidità e di una affidabilità percepita superiore, dovuta a migliaia di anni di storia pregressa, ma ha un costo e tempi di transazione davvero insostenibili per ritornare ad essere una valuta di scambio; resterà comunque una riserva di valore.

Mi può spiegare in parole semplici il concetto di riserva di valore?

Le valute classiche come l’euro o il dollaro svolgono tre funzioni principali:

  • unità di misura;
  • mezzo di scambio;
  • riserva di valore.

La riserva di valore dipende dalla Banca Centrale che le regola: se questa stamperà ulteriore denaro, il valore della singola banconota tenderà a svalutarsi proporzionalmente.

Questa funzione è svolta anche dalle Commodity, dal Bitcoin e da tutte quegli asset il cui potere d’acquisto, nel lungo periodo, riesce a sovraperformare rispetto al tasso di inflazione in un dato Paese. Solitamente questa sovraperformance è pari al +2%, ma in nazioni colpite da iperinflazione può raggiungere valori a due cifre.

Per fare un esempio, immaginiamo di comprare una casa; tra 100 anni non sarà necessariamente una riserva di valore, visto che dopo 100 anni occorrerebbe fare quantomeno una manutenzione adeguata. Se invece comprassimo un Bitcoin e lo conservassimo per 100 anni, non sarà necessario fare nessuna manutenzione o operazione per restaurarne il valore.

Dopo 100 anni si ha ancora lo stesso Bitcoin, esattamente come se si comprasse un lingotto d’oro; la massa del lingotto sarebbe inalterata nel tempo.

Vantaggi dell’investimento in ETP rispetto a comprare attraverso un Exchange

Innanzitutto, l’ETP è un prodotto avente una struttura fiscale conosciuta e regolamentata; inoltre può essere acquistato rivolgendosi semplicemente alla propria banca o al proprio broker di fiducia. In questo modo un investitore può crearsi una posizione verso l’asset sottostante l’ETP senza però possederlo direttamente, evitando così tutti i rischi connessi.

Oltre al Bitcoin consiglia altre Criptovalute?

Ribadendo che quanto seguirà non vuole essere un consiglio finanziario, Ethereum – la seconda criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato – ha recentemente presentato una vasta gamma di opportunità per usufruire della tecnologia blockchain, rimuovendo al tempo stesso gli intermediari.

Inoltre, in 21Shares si osservano miliardi di dollari investiti in servizi di Finanza Decentralizzata (DeFi), che vanno dai prestiti al trading, fino al gaming, alla musica e ai non-fungible token (NFT). Si pensi che nessuno di questi sarebbe esistito se non fosse stato per Ethereum e per la sua community. 

Si sente parlare sempre più spesso della De-Fi. Che cosa ci possiamo aspettare in futuro?

Riteniamo che la DeFi – ovvero la finanza decentralizzata – abbia tutte le carte in regola per democratizzare la finanza e cambiare profondamente l’economia globale. Nello specifico, permetterà a chi non gode di un servizio bancario di accedere a un sistema finanziario globale, renderà il business meno costoso e creerà nuove opportunità di investimento per singoli e imprese in tutto il mondo.

Sebbene siamo ancora in una fase embrionale e ci possono essere dei nuovi sviluppi in base a come si evolverà la normativa, possiamo comunque già affermare che la DeFi rivoluzionerà il settore della finanza.

Ringraziamo il Dr. Siano per l’intervista e per la chiarezza che contraddistingue sempre i suoi interventi.

Noi di Consulenza Vincente riteniamo che, con le dovute cautele, investire in Criptovalute possa portare benefici. Personalmente suggerisco di farlo attraverso Pac (piano di accumulo). Ciò consente una diversificazione efficace ed efficiente del portafoglio. Ovviamente, come chiarito nell’intervista, va fatto solo per una piccola quota, in quanto si tratta di strumenti che hanno una forte volatilità.

Un’ultima considerazione

Secondo uno studio condotto dalla Coalition Greenwich per conto della Fidelity Digital Assets, sembra che 7 investitori istituzionali su 10 abbiano confermato di voler investire in Crypto entro la fine 2021. 

Nello specifico, l’intervista è stata fatta a 1100 investitori istituzionali a livello globale, nel periodo tra dicembre e aprile. Più della metà ha rivelato la sua intenzione positiva al riguardo. Si tratta di investitori di alto valore netto, uffici familiari, fondi hedge digitali e tradizionali, consulenti finanziari e dotazioni.

Non solo, il rapporto specifica che circa il 90% di questa tipologia di investitori interessati, avrebbe affermato che entro i prossimi cinque anni si aspettano che i portafogli delle loro aziende o dei loro clienti includano investimenti in asset digitali.

Le criptovalute sono disruptive e rappresentano un Megatrend che non può essere ignorato.

Contattaci per approfondire l’argomento e valutare soluzioni personalizzate adatte a Te e ai tuoi progetti di vita.

Fabrizio Taccuso

checkup gratuitoRichiedi subito il check up gratuito indipendente. Potrai verificare la salute dei tuoi investimenti e trasformare quelli inefficienti in soluzioni che ti permettono finalmente di raggiungere i tuoi obiettivi di vita.

Investire in Criptovalute, l’intervista a Massimo Siano

Iscrizione all’Albo Unico dei Consulenti Finanziari istituito dall’Organismo OCF (delibera n. 1007 del 30/01/2019)

Newsletter

Iscriviti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sulle novità di Consulenza Vincente.

Articoli più letti

Post più popolari

Affidati a dei professionisti

logo nafop
logo epa italia

I nostri servizi


CHECK UP FINANZIARIO E PATRIMONIALE
Prima di iniziare è fondamentale analizzare la bontà delle scelte già fatte.
Scopri di più

PIANIFICAZIONE FINANZIARIA
Dobbiamo individuare gli obiettivi da raggiungere e monitorare il loro raggiungimento nel tempo.
Scopri di più

CREAZIONE ASSET ALLOCATION
È l’allocazione delle tue risorse finanziarie finalizzata alla ricerca della massima efficienza.
Scopri di più

PREVIDENZA COMPLEMENTARE
Integrare la pensione è ormai diventata una necessità per vivere serenamente la vecchiaia.
Scopri di più

Cos’è la “parcella occulta”?

Gli intermediari (banche, assicurazioni, società di gestione del risparmio, reti di distribuzione e infine anche le poste) non vendono consulenza allo sportello, ma vendono prodotti finanziari attraverso figure commerciali... Scopri di più

Archivio

Informativa precontrattuale

Share via
Copy link
Powered by Social Snap