360° Pianificazione Patrimoniale

Partire da obiettivi ed esigenze dei nostri clienti e mai da prodotti da collocare.

Questo passaggio rivoluzionario è applicato in modo naturale da chi eroga la consulenza finanziaria indipendente.

Da tempo noi di Consulenza Vincente abbiamo compreso che individui e famiglie investono più volentieri ed in modo più oculato se numeri e spiegazioni sono correlati a progetti di vita.

Il consulente finanziario indipendente aiuta la famiglia a raggiungere i propri obiettivi di vita, scegliendo tra tutti gli strumenti esistenti sul mercato.

Da parte dei nostri clienti è sempre più apprezzato un supporto professionale indipendente che parte dalla comprensione di progetti ed obiettivi personali e familiari e pianifichi gli investimenti in modo tale da mettere il patrimonio al servizio di tali progetti.

Fare consulenza patrimoniale significa consigliare ai propri clienti un mix ottimale di soluzioni finanziarie, assicurative, previdenziali e fiscali di protezione e tutela del proprio patrimonio. Significa anche decidere il modo migliore per trasferirlo ai propri eredi.

E’ un servizio complesso che si differenza dalla consulenza finanziaria in cui il focus consiste nel definire perché investire, come investire e dove investire. La consulenza patrimoniale parte dalla persona, dal suo nucleo familiare, dall’azienda (quando c’è) e analizza tutte le dinamiche patrimoniali.

Il consulente patrimoniale diventa il tuo interlocutore di fiducia in grado di fornirti i migliori consigli al fine di ridurre al massimo i rischi relativi a tutta una serie di imprevisti difficilmente individuabili da solo.

In sintesi fare consulenza patrimoniale significa semplificare la vita dei nostri clienti e renderli più consapevoli e razionali nelle principali scelte.

A quel punto illustriamo i possibili approcci all’investimento e solo alla fine i numeri che ne potranno derivare: prima consigli per una pianificazione patrimoniale efficiente ed efficace, dopo una strategia di investimento chiara e orientata.

Con in mente il Goal Based Investing ben conosciuto dagli americani ma meno sviluppato in Italia.

Le grandi aree di lavoro citate nel precedente punto elenco assumono maggior risalto viste con gli occhi del cliente.

Il consulente indipendente lavora a fianco a te per costruire la tua storia patrimoniale:

statua della libertà
  • ascolta le tue esigenze e ti supporta nell’identificare i tuoi obiettivi;
  • imposta una valida pianificazione patrimoniale e finanziaria, aiutandoti a tradurre gli obiettivi in progetti con tempi e numeri;
  • compone una strategia di investimento su misura per te ed eroga apposite raccomandazioni di investimento per permetterti di operare sui mercati finanziari con un supporto professionale;
  • monitora i tuoi investimenti e l’allineamento con gli obiettivi;
  • nel percorso, può fornire un supporto di cultura o formazione finanziaria sviluppando una maggiore consapevolezza nell’investimento.

Secondo la società Tns, quelli che io identifico come potenziali clienti dei consulenti indipendenti, la clientela affluent, i 10 milioni di italiani con un patrimonio superiore ai 100 mila euro, cercano una consulenza a 360 gradi sul proprio patrimonio e vogliono un consulente che

  • Agisca nel loro interesse
  • Dia informazioni accurate e tempestive anche su più canali
  • Salvaguardi il loro patrimonio
  • Cercano trasparenza e semplicità
  • Vogliono una relazione personale
  • Vogliono pagare un prezzo ragionevole per il servizio

Come si sceglie il consulente? Il rapporto dice che un 20% decide dopo aver valutato più di un’alternativa tra quelle disponibili. Chi, tra gli intervistati, già si avvale, della consulenza finanziaria, dice di apprezzare:

  • la capacità di comprendere bisogni e obiettivi;
  • la disponibilità e l’attenzione.

Ciò che emerge è che c’è bisogno di consulenza, perché la ricchezza disponibile aumenta ed è importante, per chi ha scarse conoscenze finanziarie, avere a disposizione gli strumenti più efficaci di risparmio/investimento. La consulenza finanziaria viene però richiesta solo se c’è un solido fondamento di fiducia: perché ciò avvenga, il consulente finanziario deve essere (o è meglio che sia) indipendente, competente e disponibile ad ascoltare l’interlocutore.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap